NASCE IL COORDINAMENTO MILANESE DELLE SINISTRE DI OPPOSIZIONE.

Pubblichiamo il comunicato che sancisce la nascita del coordinamento delle sinistre di opposizione anche a Milano:

UNIRE LE LOTTE CONTRO IL GOVERNO CONTE E CONTRO LA DESTRA REAZIONARIA,
PER UNA ALTERNATIVA ANTICAPITALISTA

Si è costituito anche a Milano il Coordinamento Provinciale delle Sinistre di opposizione al
governo Conte e alla destra reazionaria.

Il Coordinamento è promosso dalle forze politiche Fronte Popolare, Partito Comunista dei Lavoratori, Partito Comunista Italiano, Partito Marxista-Leninista Italiano, Sinistra Anticapitalista, ed aperto al contributo ed adesione di altre forze politiche,
associative, sindacali e di movimento.

Il fine quello di promuovere una battaglia comune contro il governo che, in continuità con i governi precedenti, mantiene al centro della propria azione il dominio del profitto a scapito dei diritti dei lavoratori e delle grandi masse, sempre più impoverite dalla crisi economica,
dell’ambiente e dalla privazione di diritti sociali e democratici.

Vogliamo organizzare una opposizione politica e sociale che metta al centro della sua iniziativa le ragioni dei lavoratori e delle lavoratrici, che punti a unire le tante lotte di resistenza. Che punti a ribaltare i rapporti di forza nei luoghi di lavoro e nella società. Che assuma sino in fondo le ragioni del movimento ecologista per la salvezza del pianeta e quelle del movimento femminista per la propria liberazione, movimenti di portata mondiale che investono il futuro stesso dell’umanità. Che sappia costruire una relazione viva con quei movimenti democratici che oggi positivamente occupano le
piazze contro la destra ma che rimuovono tra gli altri i temi del lavoro, per finire subordinati al sistema capitalista dal PD e dai suoi satelliti. Tutto questo nel pieno rispetto delle posizioni delle forze politiche che lo compongono ed altre che vorranno aggiungersi.

Il Coordinamento ha già promosso, unitamente ad altre forze politiche ed associative che ne
hanno condiviso la necessità, un presidio lo scorso 13 gennaio al Consolato degli Stati Uniti in largo Donegani a Milano, per denunciare la perdurante politica di aggressione imperialista degli Usa e la
subalternità e complicità del nostro governo.

Nel prossimo periodo il Coordinamento sarà impegnato in una capillare campagna di denuncia dell’attacco alle condizioni di vita dei lavoratori e delle lavoratrici principalmente indirizzata soprattutto alle fabbriche ed ai luoghi di lavoro.
All’interno di questa campagna promuoveremo un incontro pubblico sui temi del lavoro, del reddito, della precarietà e delle pensioni, che si terrà a Milano il prossimo 29 febbraio.

La ritirata è finita: rimettiamo al centro della politica i lavoratori ed i loro sacrosanti diritti. Ridiamo forza e voce ad una opposizione politica comunista ed anticapitalista.

Share